un aperitivo con la penna del tigre del bandoneon

Yatma Diallo tango argentino Milano

un aperitivo con la penna del tigre del bandoneon

Ciao Yatma. Con un forte abbraccio. Ecco:Afro-milanese ma “El Africano “‘secondo i codici più tradizionali che rinominavano gli artisti del tango, imperante la moda che toccava ai campioni del futbol, si siede davanti a me e ci rimane due ore. Così conosco Yatma Diallo, entrambi travolti dall’uragano del tango oltre che da una bella passione per l’elettromagnetismo. anima dell’universo: musica, canto, danza. Modellato da MonicaMaria Fumagalli ( sua moglie), celebrata purista del cosiddetto stile milonquero, Dialla sta superando la soglia dei quindici anni di onorato servizio sui palquet del mondo. Ha il suo stile, il suo modo di insegnare, i suoi obbiettivi. Il principale – mi è parso di capire- è di conoscere la propria predestinazione di tanguero, cioè quella verità che tutti cerchiamo quando sovente l’abbiamo già addosso. Yatma è troppo umile, si imbarazza quando lo chiamano maestro e non la pensa così vicina anche se è lampante la sua padronanza del ballo, sia coi passi che con la partecipazione intima.Il suo stile è ben visibile nei filmati ed è nitido, il suo carico di sensibilità è ciò che un giorno ci stupirà. Vamos maestro!

Spread the tango

Leave a Reply

tango

FREE
VIEW